La fine del trasporto su gomma

12 12 2007

scaffali vuotiScaffali vuotiScaffali vuotiScaffali vuotiScaffali vuotiLe autostrade sono bloccate, nei supermercati scarseggia il cibo, le stazioni di servizio sono senza carburante, i mezzi pubblici sono fermi, le ambulanze e la polizia non possono intervenire, le case riscaldate a gasolio sono al freddo, le fabbriche si fermano… no, non è la terza guerra mondiale è solo lo sciopero dei camionisti.

Il governo invece di sgombrare i blocchi e arrestare chi minaccia i camionisti che vogliono lavorare sta a guardare.

Il problema è semplice da capire (anche se difficile da risolvere) i trasporti su gomma non hanno futuro: sono antieconomici, lenti, inquinanti e i problemi per cui i camionisti stanno protestando sono proprio legati a questo: è un modello alla fine del suo ciclo, il futuro è del trasporto su rotaia e della concentrazione del business su pochi operatori, in altre parole la fine dei piccoli padroncini, è inutile nuotare contro corrente!

Annunci