Nasce Google Instant

10 09 2010

Ovvero tu digiti sulla solita finestra di Google le parole chiave e mentre le digiti i risultati si modificano in tempo reale, es: io digito “auto usate” procedendo con la digitazione i risultati prima rispecchiano la parola “auto” e poi “auto usate” in questo modo se trovi subito il link che ti interessa puoi cliccarlo prima di terminare la digitazione della keyword completa. Obiettivo dichiarato far risparmiare tempo, obiettivo reale (secondo me) aumentare le impression dei risultati a pagamento. Alla fine penso che ci guadagneranno un po’ tutti  tranne, forse, gli inserzionisti di Adwords che per avere gli stessi risultati di oggi dovranno aumentare gli investimenti.

Dimenticavo: per poter utilizzare Google Instant devi avere una utenza Google ed essere loggato, io per abitudine non mi loggo se non devo utilizzare GMail, sarò l’unico o fate tutti come me?

Come funziona Google Instant e gli impatti su Adwords.

Annunci




Internet non sarà più libero?

12 08 2010

L’ipotesi Google-Verizon che sembrerebbe ipotizzare alcuni vincoli (o meglio differenziazioni) su alcune modalità di fruizione del web (in particolare per gli accessi mobili) ha scatenato una discussione che il caldo ferragostano ha contribuito ad arroventare.

Le opinioni sono discordanti, c’è chi dice che è l’inizio della fine di internet libero e chi dice che in realtà non cambia nulla.

Il  mio parere è che imbrigliare il web in regole e vincoli sia tecnicamente molto difficile (se non impossibile): il mondo è grande e la genialità della gente ancora di più, internet è nato come la cosa più libera, partecipata e globale che il mondo abbia mai sperimentato e per tornare indietro è ormai troppo tardi.

Comunque, come si dice: ai posteri l’ardua sentenza.





Che fine ha fatto Second Life?

16 05 2008

E’ una mia impressione o non si parla più di Second Life come qualche mese fa? Non sento più parlare di questa o di quella azienda che fa “marketing” aprendo la propria isola virtuale sul mare virtuale di S.L.? Né sento più di Tizio o Caio che negli USA si è arricchito tramite i mitici Linden Dollars.

Anche Google conferma che l’interesse è in calo.

Second Life sta passando di moda o una silenziosa ma sostanziosa minoranza sta passando sempre più ad una vita virtuale? Oppure non fa più figo?
Ai posteri l’ardua sentenza, ma per quanto mi riguarda Second Life non è niente altro che un divertente e realistico gioco di ruolo.





Come cambia la TV con la Long Tail

18 04 2008

Ho ricevuto l’interessante newsletter Social Trends di GFK Eurisko dove ho trovato un’interessante articolo su come sta evolvendo la TV. Ebbene a quanto pare anche sulla TV la mitica Long Tail di  Chris Anderson sta avendo effetti: grazie alla parabola con le sue decine/centinaia di programmi permette di soddisfare tutti i desideri di entertainment in qualunque momento, l’obiettivo non è più lo share, ma il target.

In Italia la parabola ha già un penetrazione del 40% e se poi sommiamo la TV on demand che sta iniziando oggi, la paittaforma digitale terrestre e magari in futuro il modello YouTube, ecco lì che l’offerta è infinita e si passa da una modalità di fruizione Push ad una Pull in cui non è più il canale televisivo che decide cosa devi guardare, ma è l’utente che decide.

In pratica la TV si sta internettizzando.





Volare con il web

25 03 2008

Volo spessissimo e credo che le applicazioni del web ai servizi di volo siano probabilmente le più complete esistenti.
Tramite internet si può fare tutto: verificare gli orari e la disponibilità, acquistare un biglietto ormai in modo molto facile, fare il check-in, scegliersi il posto. Tant’è che prossimamente non verranno nemmeno più stampati i biglietti. Ormai è una cosa quasi scontata eppure ancora in molti vanno ancora ad acquistare i biglietti in agenzia, la frontiera non è più creare i servizi per internet ma migliorare ed ampliare l’uso, l’accesso e la conoscenza del web





L’archivio online del Corriere

8 02 2008

Personalmente considero il modo con cui il Corriere si muove nel web lento come un bradipo e innovativo come una vecchia zia Pina, però devo dire che l’ultima iniziativa, online da ieri, di pubblicare sul web tutti gli archivi degli articoli del quotidiano mi sembra veramante ottima: bravi! Certo il motore di ricerca poteva essere un po’ più potente ed intelligente, non sarebbe stato male mettere anche le immagini, ma da un bradipo e dalla zia Pina non potevamo aspettarci molto di più…





Microsoft in caccia di Yahoo!

2 02 2008

Questa sì che è una notizia, dal punto di vista di Microsoft mi sembra un’ottima mossa (anche se non sono in grado di valutare se il prezzo offerto di 44,6 milioni di dollari vale Yahoo!) e certamente per Google diventerebbe una minaccia importante al suo quasi monopolio. Tra l’altro mette sotto una luce diversa anche le ultime notizie di una Yahoo! messa male che pianifica di lasciare a casa parecchi dipendenti… Stay tuned ne vedremo delle belle nei prossimi giorni.